La cellula del Veneto Orientale

 

La cellula del Veneto Orientale

 

Il 13 febbraio 2011 alcune Persone libro di Arezzo, Pisa, Roma, Bari, guidate da Sandra Giuliani, presidente dell’Associazione nazionale Donne di carta, sono state in Veneto per testimoniare con la propria memoria e le proprie voci la solidarietà ai libri messi all’Indice sottolineando il principio semplice che leggere è un Diritto e cosa leggere una libera scelta. E’ stata un’esperienza entusiasmante e contagiosa che ha portato alla nascita, il successivo 15 marzo 2011, presso la Biblioteca Comunale di Cinto Caomaggiore, della cellula Veneto Orientale di Donne di carta, dopo una giornata di formazione con la Presidente di allora Sandra Giuliani ed altre amiche della cellula romana.
Il 13 e 14 maggio dello stesso anno una delegazione della cellula veneta partecipa, insieme ad altre delegazioni territoriali dell’associazione provenienti dal Lazio e dalla Toscana, al Salone del Libro di Torino donando brani di noti scrittori veneti e non: Nievo, Meneghello, Gadda, e Pennacchi.
Nell’ottobre dello stesso anno, gran parte del gruppo partecipa al Primo Raduno Nazionale ad Empoli di Donne di carta.
Il 31 ottobre e 1 novembre 2012 il gruppo organizza a Cinto Caomaggiore due giornate di formazione con Antonio Rodríguez Menéndez, fondatore del Proyecto Fahrenheit 451” las personas libro.
Il 15 e 16 ottobre 2016 il gruppo partecipa al secondo raduno nazionale di Donne di carta a Napoli.
Il 7 e 8 Ottobre 2017 si è tenuto a Cinto Caomaggiore e Portogruaro il raduno nazionale delle referenti delle varie cellule territoriali di Donne di carta.
Le Persone libro di Donne di carta del Veneto Orientale svolgono attività di testimonianza del piacere della lettura organizzando e partecipando a presentazioni di libri, serate tematiche in biblioteche, librerie, cantine, bar, in piazze e giardini. Il Gruppo ha portato la propria testimonianze a Milano e in altre località Venete (Venezia, Biblioteca di Valdagno, Treviso) al fine di promuovere la filosofia perseguita dall’associazione e stimolare magari la nascita di cellule locali.
Nel settembre 2016 la cellula veneta di Donne di carta ha promosso la realizzazione di un importante e articolato progetto dal titolo “Formare lettori critici e appassionati” diretto ad alunni e docenti dell’Istituto Comprensivo I. Nievo, comprendente i comuni di Cinto Caomaggiore, Pramaggiore, Annone Veneto e Gruaro, 1.500 studenti – 300 docenti circa. Il progetto, condotto dai docenti universitari di letteratura per l’infanzia Silvia Blezza Picherle e Luca Ganzerla dell’Università di Verona, si è articolato in molteplici incontri con i docenti interessati che hanno voluto continuarlo anche nell’anno scolastico 2017-2018. I risultati complessivi ottenuti sono stati ottimi.

Il gruppo, formato da persone provenienti da vari comuni dell’area portogruarese, si incontra, con cadenza quindicinale e in orario serale, presso la Biblioteca di Cinto Caomaggiore. Collabora con amministrazioni comunali, editori, librai, autori e privati che lo richiedono partecipando ad eventi culturali dove porta le parole dei libri. Promuove inoltre iniziative di testimonianza del piacere della lettura in occasioni di manifestazioni quali Mostre del libro, presentazione di libri, fiere, giornate a tema, ecc..

Progetti 2018: in corso di definizione

La referente della cellula del Veneto Orientale è Ornella Boattin 
ornellaboattin@gmail.com - (3933637418)