Homepage

Cari amici di Donne di carta, il 2018 si festeggia il decennale dell’Associazione. Che festa è se non vi associate? Per saperne di più, potete visitare la pagina dedicata, o contattare direttamente i referenti delle singole cellule. Tanti i vantaggi per i soci. Li scoprirete mano a mano. Il primo, che sveliamo a subito, è quello di sostenere e far parte di un’associazione piena di bella gente, che legge, che narra, che parla e ascolta. Che condivide. 

Insieme è più bello, e più forte.

decennale Donne di carta
Decennale Donne di carta

“Si possono leggere le stelle come le nuvole: imparare a orientarsi, a riconoscere le variazioni meteorologiche, a riprodurre artisticamente l’universo, le orme sul terreno, i comportamenti e le emozioni: scoprire le analogie tra gli esseri che abitano il pianeta, la disposizione nello spazio e l’ordine delle cose: inventare nomenclature immense che rendano conto della pluralità dei punti di vista, un cartello stradale e la tonalità distintiva di un colore: usare segni e simboli per abitare legami sociali, la musica e le relazioni chimiche della materia. Imparare a costruire e a smontare se stessi e il mondo”.

 Carta dei Diritti della Lettura

News

News e appuntamenti di Donne di carta

Siena - 18 aprile 2018

Il Liceo Scientifico “Galileo Galilei”, le studentesse e gli studenti della classe 2^c, il Coordinamento Donne del sindacato Spi Cgil Lega di Siena, il Centro Culturale della Donne “Mara Meoni”, l’Associazione Donne di carta

presentano

“Io voglio vivere” 

Testi emotivi contro il femminicidio

Roma - 18 aprile 2018

Il gruppo di lettura 
“Liberi di leggere”
presenta

“Emma Castelnuovo”

di Carla degli Esposti e Nicoletta Lanciano

ed. L’ Asino d’oro

Napoli - 19 aprile 2018

L’ascolto, le parole e il – di – più – delle – parole

Esperienze di focusing & ascolto in gruppo. Incontro condotto dalla dott.ssa Maria Teresa Belgenio. Incontro  gratuito, è necessaria la prenotazione.

Firenze - 20 aprile 2018

Paesaggi

Ambienti naturali, scorci di vita, scenari di pensiero appassionato, territori della mente e del cuore, luoghi fantastici  nelle pagine della letteratura e oltre…

Performance delle Persone libro di Donne di carta

Arezzo - 27 aprile 2018

FESTA DELLA LIBERAZIONE

Una raccolta emozionante di parole, musica ed immagini riferite a quel tragico periodo della nostra storia, che culminò con la liberazione del dominio nazifascista

La radio ne parla

La rubrica radiofonica “Dickens” di Roma Tre Radio. In studio Maria Genovese con Sandra Giuliani, portavoce di Donne di carta, una delle associazioni che compongono “Fare città”. Qui il link per ascoltare l’intervista.

La rete delle edicole

“Radio rete Edicole”

 Intervista di Fabio Sebastiani a Sandra Giuliani, portavoce di Donne di carta, una delle tre associazioni che compongono “Fare città”. Qui il link per ascoltare l’intervista.

L’ Associazione

L’Associazione Donne di carta è stata fondata a Roma nel 2008, dove risiede la sede legale. L’ Associazione è aperta a donne e uomini e deve il suo nome alle quattro donne fondatrici: Sandra Giuliani – editora, Stefania Molajoni – libraia, Monica Maggi – giornalista, Rosanna Romano – operatrice culturale che hanno voluto in questo modo rivendicare la maternità dell’idea.

Chi siamo e cosa facciamo

Donne di carta è un’associazione nazionale che ha come scopo principale la promozione della lettura affinché vengano offerte reali e uguali opportunità di accesso e di fruizione al bene culturale.
In questa direzione l’Associazione sostiene la bibliodiversità contro ogni strategia di omologazione culturale. In particolare, si impegna a costruire soluzioni e strumenti educativi-formativi che:
· accrescano le competenze linguistiche di chi legge (a qualunque età) rivalutando anche il ruolo formativo di ogni lingua madre;
· agevolino le diverse facoltà di lettura, tenendo conto delle disabilità fisiche e cognitive;
· facilitino la conservazione, la circolazione e il riuso del patrimonio linguistico e  storico delle diverse comunità socio-culturali.

L’ Associazione opera attraverso una politica culturale del “fare rete” creando un modello di cooperazione eco-sostenibile che coinvolge tutti gli attori della comunicazione culturale (lettori, editori, librerie, biblioteche, autori, scuole di ogni ordine e grado e associazioni culturali che operino con finalità coerentemente simili). Per raggiungere i propri scopi sociali ha istituito:

l’Accademia della Lettura

  • che promuove scambi interculturali e sinergie tra forme espressive e artistiche diverse;
  • che collabora alla costruzione di nuove formule per la comunicazione culturale come sostanziale concorso alla lotta contro l’impoverimento della lingua, l’analfabetismo primario e di ritorno, il condizionamento culturale delle disuguaglianze sociali e delle provenienze geografiche;
  • che propone e aggrega le diverse attività dell’Associazione stessa (i servizi e i corsi di educazione e di formazione sulla lettura, sul valore della lingua, sul recupero dell’oralità e dell’ascolto, sulla diffusione della varietà degli oggetti di lettura) secondo i principi espressi dalla Carta dei Diritti della Lettura, elaborata dall’Associazione.

Il gruppo delle “Persone libro”

formato da lettori e lettrici, di qualunque età, che imparano a memoria i testi che amano e che vanno in giro ovunque a “dire” preferendo situazioni e occasioni sociali: piazze, feste, accanto a luoghi di promozione della lettura: biblioteche, librerie… aderendo alla filosofia del Proyecto Fahrenheit 451 – las personas libro di Madrid ideato da Antonio Rodríguez Menéndez di cui l’Associazione è portavoce italiana.

Da Gennaio 2011, l’Associazione è impegnata a dare la massima diffusione alla Carta dei Diritti della Lettura, documento che in 8 articoli – stilati nello stile della Costituzione italiana – rivendica il principio che leggere sia un diritto della persona e non un privilegio, e uno strumento critico per comprendere la realtà che ci circonda, e non un’attività limitata all’oggetto-libro.

Dopo aver raccolto con una Petizione web: firmiamo.it/la-carta-dei-diritti-della lettura-donnedicarta più di 1500 firme e aver ricevuto una medaglia di rappresentanza dalla Presidenza della Repubblica (febbraio 2011), e dopo diverse occasioni di presentazione a Roma, Arezzo, Firenze, Portogruaro e Torino (Salone del Libro), la Carta attualmente sta viaggiando lungo l’Italia per raccogliere adesioni reali da parte dei cittadini – Campagna firme – con l’obiettivo di arrivare al Parlamento europeo alla fine dell’anno in corso.

Leggi tutto “L’ Associazione”

Le Persone libro

Trasmetteremo i libri ai nostri figli, oralmente, e lasceremo ai nostri figli il compito di fare altrettanto coi loro discendenti. Naturalmente molte cose andranno perdute con questo sistema. Ma non puoi obbligare la gente ad ascoltare, se non vuole. Ma in quanti di voi altri siete? A migliaia, sulle autostrade, lungo le ferrovie abbandonate, vagabondi all’esterno, biblioteche dentro. Non è una cosa che sia stata progettata fin dal principio. Ognuno aveva un libro da ricordare e che ha ricordato. La cosa più importante che abbiamo dovuto piantarci duramente in testa fu che noi non contavamo, non eravamo importanti, non dovevamo considerarci e non dovevamo essere dei maestri: non dovevamo sentirci superiori a nessuno al mondo. Non siamo che sopracoperte di volumi, privi d’ogni altra importanza che non sia quella d’impedire alla polvere di seppellire i volumi”.  (Fahrenheit 451 di Ray Bradbury)

L’Associazione Donne di carta è portavoce dal 2009 del “Proyecto Fahrenheit 451- Las personas libro” fondato da Antonio Rodríguez Menéndez, tratto dall’idea del romanzo di Ray Bradbury, che raccontava di un mondo senza più romanzi, né saggi o enciclopedie, bruciati da inconsueti pompieri distruttori della cultura. Il sapere viene salvato da una comunità di volontari ed ecco, per l’appunto, le  Persone libro che imparano pagine a memoria e le portano là dove la lettura non c’è, crea una nuova rete di relazioni attraverso parole, sguardi e pagine amate.

 

Formazione

Coincide con il metodo che noi definiamo “coperta”: ci ritroviamo sotto una coperta immaginaria per incontrarci e dire, guardandoci, i testi – si inizia sempre da poche righe – che abbiamo imparato a memoria e si esercita insieme un ascolto critico per correggere impostazioni, presunzioni, toni e modi del dire migliorando la naturale, intima trasmissione nel testo che coinvolgerà con piacere chi ascolta. Non è obbligatorio avere qualcosa da dire a memoria, si può partecipare semplicemente ascoltando.  

Le cellule presenti sul territorio nazionale: Roma, Arezzo, Bari, Ostuni, Cagliari, Portogruaro – Cinto Caomaggiore, Firenze, Pistoia, Siena, Macerata, Valdarno, Napoli, Ferrara.

 

IO SONO… UNA PERSONA LIBRO

Il libro che racconta la storia delle Persone libro, il suo esordio, le difficoltà affrontate, le testimonianze raccolte e le tappe di un viaggio che fa dell’itineranza un metodo preciso di contagio e di diffusione.

IO SONO… UNA PERSONA LIBRO

 

 

 

 

 

 

 

Contatti

Sede legale: Vicolo Savelli, 9 - 00186 - Roma
Tel.  06 686.81.10  

associazionedonnedicarta@pec.it
info@donnedicarta.org
segreteria@donnedicarta.org
presidenza@donnedicarta.org
webmaster:alessandramaggi.am@gmail.com